Dai falla finita,  i clienti sono di chi li prende.

Prima di intervenire nella improbabile Sala Rossa a #NF15, già conosciuto come No Frills, sui temi.

AirBnB & Co. Vs Hotels: Loro bravi, Noi distratti..

AirBnB & Co. Vs Hotelsho fatto un minimo di ricerca e considerazioni, giusto per arrivare preparato alle domande che Vito D’Amico aveva preparato. Mi sono fatto l’idea che, d’accordo con Maurizio Faroldi,  occorra tenersi vicini gli amici e vicinissimi i nemici.

Mi sembra però normale precisare che il nemico non è AirB&B, ma l’extraalbeghiero e anche l’alberghiero illegale, che non rispetta le regole a cui invece gli albergatori onesti si attengono. Troppo facile fare concorrenza sul prezzo se non si rispettano gli obblighi fiscali, si incassa in nero, non si emette fattura, si paga il personale in nero e non si è costretti ad aderire a normative e corrispondere balzelli per ogni respiro che si fa.

E su questo mi sembra che non ci piova.

La domanda che mi sono fatto è se “gli altri” sono veri concorrenti. E la risposta che mi sono dato è: si, ma non sempre. Infatti sono sempre più convinto che ognuno di noi afferisca a più segmenti di mercato.  Cerco di spiegarmi meglio: se la sera prima vado a cena in un ristorante costoso e sono disposto a spendere anche 100 euro solo per il vino, il giorno dopo a pranzo mangio un tramezzino non perché non mi posso più permettere di meglio, ma perché non ci sono né le condizioni né la voglia né il tempo di ripetere un esperienza che poteva essere legata alla celebrazione di un avvenimento importante come un anniversario, un compleanno o la chiusura di un contratto particolarmente remunerativo…

Ma sono la stessa persona di ieri: soddisfo sempre un bisogno primario, quello di alimentarmi, ma con esigenze e modalità e costi diversi. Ma sono sempre io.

Per cui lo stesso viaggiatore in alcuni casi potrebbe scegliere di soggiornare in un B&B o un Appartamento ed un’altra volta in un Albergo a 5 stelle. Va poi detto che i Clienti passano indifferentemente dai 5 ai 4 ai 3 stelle, a volte anche a seconda di chi paga… se si viaggia per business o leisure etc…

Chiarito questo, vediamo di capire chi sono principalmente i clienti che scelgono l’extraalberghiero, quando e perché e quali sono gli

IMPATTI PRINCIPALI

  • Quando anche i Clienti in hotel non hanno alternative (in periodi di fortissima domanda).
  • Destinazioni Urbane (in periodi di domanda Leisure).
  • Destinazioni Leisure (in periodi di domanda Leisure).
  • Scelgono solo destinazioni specifiche (Destinazioni Generation Y & Millennial).
  • Regno Unito (Destinazioni principali, interessate principalmente da clienti con origine nei mercati).
  • Stati Uniti (Destinazioni principali, interessate principalmente da clienti con origine nei mercati).
  • Mondo occidentale (Destinazioni principali, interessate principalmente da clienti con origine nei mercati).

PUNTI DI FORZA DELL’EXTRA ALBERGHIERO

  • attico-san-franciscoSpesso ha un prezzo più basso.
  • Maggiore Privacy.
  • Soluzione migliore per più persone che condividono il viaggio e la sistemazione.
  • Le dimensioni della sistemazione sono generalmente più grandi.
  • Ci sono minori costi associati (per esempio F&B, in appartamento puoi cenare in modo autonomo e frugale).

 

PUNTI DI DEBOLEZZA

diabolik

  • Inconsistenza e non garanzia del livello di qualità del prodotto (non si è garantiti da un brand e prodotto riconosciuto).
  • Potenziali e possibili problemi di pulizia e igiene (vero è che a volte anche in albergo…).
  • Servizio (ovvero spesso la quasi totale assenza di un interlocutore sul posto).
  • Difficoltà e limitazioni degli orari di check in con relativa difficoltà di recupero e consegna chiavi.
  • Non esistono (ancora) programmi di fidelizzazione tanto cari al mondo business…
  • Sicurezza (principalmente nelle aree dei mercati emergenti).

E poi, con tutti gli albergatori che gridano giustamente allo scandalo che poi, come tutti, se hanno un appartamento sfitto lo mettono su AirB&B, come la mettiamo? Dai, aggiungi un posto a tavola e falla finita, che i clienti sono di chi li prende.

 

Twitter

Shares